Apriti Medium

Il processo di costruzione del 15M come nuovo attore politico nella società spagnola ha trovato nelle nuove forme di comunicazione e nella rapidità di diffusione delle informazioni (interessante a questo proposito dare  un’occhiata a questo studio dell’Universita´di Saragozza sull’interazione degli usuari di twitter la settimana del 15 pubblicato qui in basso) non solo un potente alleato quanto un ambiente autogestibile e spesso autogestito, una forma di socialità e una possibilità di autogoverno democratico.  Non solo internet è uno strumento di protezione e diffusione del concetto chiave del movimento che è quello di pro comun (di cui abbiamo parlato nel post precedente), ma si è rivelato anche essere un bene comune in se stesso, in alcuni casi addirittura un esempio di riuscita gestione del bene comune da cui imparare.

Da una parte quindi il movimento ha saputo sfruttare la potenza di questo nuovo giornalismo immediato e spontaneo nato grazie ad Iphone, Ipad, blog e social network, dall’altra una parte del movimento si è digitalizzata, riportando in vita quel giornalismo che era ingrediente fondamentale di una reale democrazia: quello che controlla il potere.  Internet di nuovo diventa fondamentale, è difatti lo strumento più forte per scovare e diffondere dati pubblici.  A partire dalla liberalizzazione di questi dati si origina un altro movimento che è quello di Open Data e nasce così un data journalism. I fine è quello di monitorare l’amministrazione, capire che persone stanno influendo sulle decisioni politiche, ma anche sviluppare modelli di negozio: i dati infatti possono venir usati in modo nuovo, essere studiati e perché no anche sfruttati per offrire nuovi servizi.

Tra gli esempi più interessanti di Data Journalism ci sono le iniziative di David Cabo che potete trovare nel blog Pro bono publico.

Un progetto di crowdsourcing partito dal blog di Cabo è stata  #adoptaunsenator, nella quale chiunque era inviatao a trascrivere in una tabella di google Docs i dati delle dichiarazioni dei redditi di deputati e senatori, dichiarazioni che si trovavano solo in pdf difficilmente processabili quindi attraverso software. Lunghi intricati e illeggibili. Adesso qui potete trovare tutte le informazioni “tradotte”.  Lo stesso procedimento con le dichiarazioni dei redditi dei deputati.

Un altro progetto interessante è quello di Dondevan mis impuestos, una pagina che permette di visualizzare graficamente in modo semplice dove verranno spesi i fondi pubblici, permettendoti di comparare la cifra con quelle degli anni precedenti, scendendo anche nello specifico di ogni comunità autonoma, regione.

La società civile si rafforza, si dota di nuovi strumenti per pressionare oltre che monitorare l’amministrazione pubblica.

I centro di ricerca mediolab Madrid propone differenti progetti all’interno del concorso Visualizar 2011, progetti che vanno dal flusso degli alimenti alla gestione dei musei pubblici, solo per citarne alcuni. Se volete dare un’occhiata alla lista completa cliccate qui.

Abbiamo parlato un po’ della storia recente di questo giovane movimento sociale che è il 15m, abbiamo visto qui che grazie alle nuove tecnologie il 15m ha saputo far da solo, non gli è servita l’iscrizione a nessun albo dei giornalisti, ha sradicato gli ordini e la stampa tradizionale non ha potuto far altro che seguire quest’onda anomala ( i tentativi di boicottaggio, e indifferenza, mediatico ci sono stati).  Oltre a prendere coscienza dei nostri superpoteri di uomini-giornalisti, si sta cercando di fare di più: potenziare il ruolo chiave del giornalismo nella democrazia attraverso la divulgazione e l’interpretazione chiara e semplice dei dati pubblici. I dati son tratti, non ci resta che processarli.

 

Virginia Negro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...