Inside Out: How Art-collaboration changes everything.

Il portmanteu Prosumers nasce dall’incastro tra producer e consumer per definire quella nuova razza di consumatori “attivi”, educati alla scelta del prodotto e informati quanto un professionale.

Il prosumer non si limita a consumare e dispiega a pieno la sua identità ibrida nella prosumption (production/consumption): non si limita cioè a essere l’utente utilizzatore finale del prodotto in quanto risulta coinvolto anche nel processo di creazione dello stesso. Navigatore del web 2.0 e Destinante-Destinatario delle piattaforme di crowdsourcing, il prosumer è il traget che ripensa l’economia attuale, che non si ferma alle teorie liberali ma sta rifondandosi sulla base del peer to peer, e inizia a chiamarsi in un modo altro: Wikinomics.

Smarcandosi dalla passivitá che lo aveva contraddistinto fino ad oggi si ri-definisce come utente. Nascono nuovi modelli economici che sono inevitabilmente legati a nuove modalitá comunicative, ad esempio il concetto di Ideagoras, luoghi virtuali dove aziende, persone, chiunque puó scambiarsi idee, opinión, cercare soluzioni. La knoweldge commons guida i business di successo: la comunicazione cambia radicalmente gli orizzonti delle grandi aziende.

I teorici della wikinomics assicurano che le compagnie che si adatteranno prima all’economia collaborativa domineranno il mercato. L’artista Jr li ha ascoltati e ha creato il progetto INSIDE OUT.

Famoso per i suoi enorme ritratti black and white incollati su edifici, ponti, scale di tutto il mondo: dal progetto sulle banlieu parigine (Portrait of a generation) a Face2face dove mescolava foto di palestinesi e israeliani, all’ultima itinerante (Africa, sudAmerica, Cambogia) esposizione di ritratti di donne vittime di violenza: Women Are Heroes, da cui nasce anche un film documentario.

La proposta si è concretizzata. Nasce Inside Out : un progetto artistico participativo, cioè chiunque puó presentare un progetto che parli di un luogo, la propria cittá, il proprio paese, e che trasmetta un messaggio, una storia che valga la pena condividere. La forma è sempre quella del ritratto in bianco e nero, questa volta peró il soggetto puoi sceglierlo tu, cosí come potrai organizzare, da solo o come collettivo, la logistica della tua stree expo.

Piú di 4000 progetti in tutto il mondo, decine di migliaia di persone coinvolte in quest’avventura che permette di raccontare un astoria particlare inserendola in un contesto globale.

Altri modi per contribuire al progetto sono per esempio oltre che finanziaramente  “Donare il proprio muro”  ma anche aiutare nel photoshoot di ogni progetto e nella realizzazione del film, l’evento finale che cercherà di tirare le fila di queste moltitudini creative.

Il festival The influencers, uno dei piu´importante appuntamenti della cultura jamming internazionael che nasce a Barcellona nell’ormai lontano 2004 non si è lasciato sfuggire l’occasione. Diffondendo una convocatoria, offrendo tailleres di fotografia, e scegliendo come protagonista i piccoli grande eroi che lottano contro gli sgomberi esecutivi conseguenza directa della bolla immobiliare (in questo articolo abbiamo parlato de los afectados por la hipoteca). Qui alcune foto del progetto catalano.

In italia esiste solo un progetto in quel di Roma, di sicuro peró non ci mancherebbero gli argomenti.

 

 

 

Virginia Negro

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...