Marinaleda: dove molti poco fanno un tanto.

Mentre noi ascoltavamo i Duran Duran, in un pueblecito dell’ Andalucía lottavano per  El Humoso, una tenuta di 3000 di proprietà del Duca di Infantado. Erano gli stessi braccianti del Duca che ogni giorno venivano respinti dalla Guardia Civil: i cosiddetti jornaleros, lavoratori a giornata, che, uniti da un solo padrone, dalla miseria e da una cocciutaggine quasi favolistica, continuarono la loro battaglia per 8 lunghi anni. Finché vinsero. Lo stato cedette ed espropriò le terre ad uno dei maggiori latifondisti di Spagna. Non è un romanzo di Garcia Lorca ma la vera storia di Marinaleda, provincia di Siviglia. Da allora il sindaco è  Juan Manuel Sanchez Gordillo, ex jornalero ora maestro di storia dell’istituto José Saramago, che vive in una casa all’incrocio tra Avenida Libertad e  Corso Ernesto Che Guevara. Juan Manuel non è solo l’alcalde di questo villaggio di 3000 abitanti ma è anche un membro della IU nel Parlamento andaluso, il portavoce nazionale del CUT e ministro dell’Edilizia Abitativa presso il comitato esecutivo federale della IU.

Fu anche lui a trasformare El Humoso, prima in una cooperativa agricola, poi in un un oleificio e infine in una fabbrica di conserve.  Adesso, dopo che la speculazione immobiliare in Spagna ha unto le ruote alla crisi, tra Calle solidariedad e Piazza Salvador Allende si continua a costruire. Merito della politica dell’autocostruzione. Mi spiego meglio: le case nascono sul terreno comunale, con materiali forniti dal governo locale e regionale. Ogni casa costa al suo proprietario  15 euro al mese oltre a contribuire con un numero convenuto di ore lavorative negli altri cantieri attivi. Un  accordo vieta  di vendere le case in futuro. Niente ipoteche né speculazione. Il Consiglio promuove una serie di laboratori rivolti all’insegnamento delle tecniche di muratura, di impiantistica elettrica, idraulica, di carpenteria, di agricoltura ecologica, di tutto ciò che può essere usato a beneficio del programma sociale sull’edilizia.

Lontano dai protagonismi socialisti alla Chavez, a Marinaleda si fanno 40 assemblee all’anno e si presenta insieme il “bilancio partecipativo”, dove si discute sugli investimenti e le spese proposte dal Consiglio.  La domenica i marinaledesi puliscono le loro strade, i loro giardini, e le loro case,  migliorando lo spazio pubblico mentre costruiscono anche la coscienza collettiva di chi lo abita.

Forse grazie a questa cura a base di etica pubblica, o forse conseguenza dell’esiguo numero di abitanti, a Marinaleda si è deciso di rinunciare al corpo di polizia locale, risparmiando così intorno ai 260.000 euro all’anno. Fondi che ben gestiti hanno dato luce a  scuole moderne, un comprensorio sanitario attrezzato di modo che la gente non debba spostarsi per usufruire di trattamenti standard, un attivo ayuntamiento (Edificio Comunale), un centro sportivo moderno e ben equipaggiato, servizi a domicilio per gli anziani, un centro per i pensionati, un ampio centro culturale, una piscina, un campo sportivo da calcio, e un parco con giardini nel pieno rispetto della natura.  L’asilo,  aperto dalle 7 alle 16,  costa appena 12 euro per bambino al mese, include colazione e pranzo.  Quando i soldi basta saperli spendere.

Senza cadere in trappole ideologiche, quel che mi colpisce di Marinaleda è l’incredibile unità dei cittadini (riscontrabile anche nei risultati delle elezioni) compatti in una posizione politica a dir poco unica, e chissà forse una ragione c’è.

Per chi non ci credesse ecco la prova provata: il sito dell’Ayuntamiento e poi Wikipedia e l’intervista al sindaco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...